Nella maggior parte dei casi, quando si esce dopo la prima visita dall’ostetrica o dal ginecologo, in mano si hanno varie ricette e prescrizioni, oltre alla raccomandazione di fiondarsi in farmacia per acquistare integratori di ferro e acido folico.
Ferro? Per portare avanti la gravidanza, per gestire le innumerevoli nottate in bianco, per affrontare l’organizzazione della famiglia e della casa, servirà una tempra d’acciaio. Sembra che trasformarsi in Iron Woman sia l’unica soluzione.
Ma sarà un integratore a compiere la trasformazione?

A cosa serve il ferro?

È indispensabile all’organismo in quanto rappresenta la componente fondamentale dell’emoglobina, la proteina che trasporta l’ossigeno dai polmoni al resto del corpo, e della mioglobina, la proteina che rifornisce di ossigeno i muscoli.
Senza ossigeno il nostro corpo non può funzionare.
Il ferro, inoltre, è essenziale per l’attività di alcuni enzimi e per la produzione di diversi ormoni. Senza contare che contribuisce a rinforzare il sistema immunitario e ad aumentare la resistenza alla stanchezza. Quindi è davvero un superpotere!

Come posso assumere il ferro?

L’assunzione di ferro avviene con l’alimentazione.
Una buona quantità di ferro è contenuta:

  • nella carne, dove il ferro contenuto è facilmente assimilabile e utilizzabile
  • nel pesce
  • nei legumi e nelle verdure a foglia verde. In questo caso è un ferro meno assimilabile, perciò il consiglio è di associarlo con alimenti ricchi di vitamina C, come il limone. Un’ottima soluzione è condire un nutriente piatto di verdure con del succo di limone fresco.
  • nella frutta secca
  • nel cioccolato fondente

Se si seguono diete che non prevedono l’assunzione di carne, è fondamentale prestare attenzione ai livelli di ferro. Occorre un piano alimentare bilanciato che eviti delle carenze.

A proposito di sana alimentazione, ti consigliamo di leggere il nostro manuale “Zero motivi per non dedicarsi al benessere” per avere maggiori informazioni su una dieta equilibrata.

ferro 2
ferro 1

Cosa succede se non si ha abbastanza ferro?

Poiché il ferro è la componente fondamentale dell’emoglobina, che trasporta l’ossigeno nel nostro corpo, una carenza di ferro ha un effetto a catena sul nostro organismo: poco ferro porta a una riduzione della produzione di emoglobina; la riduzione della produzione di emoglobina (o la sua sintesi parziale) porta a una diminuzione dell’ossigeno nel nostro corpo. Senza ossigeno, non funzioniamo.
Si arriva perciò all’anemia, cioè la riduzione dei globuli rossi nel sangue e della capacità di distribuire l’ossigeno agli organi e ai tessuti.

I sintomi di una carenza di ferro sono:

  • riduzione della resistenza fisica allo sforzo
  • diminuzione dell’attenzione e della concentrazione
  • stanchezza
  • mal di testa
  • irritabilità
  • minor resistenza alle infezioni
  • pallore

Possono esserci anche manifestazioni a carico della cute (caduta di capelli che diventano secchi e fragili).

Ma che legame c’è con la gravidanza?

Il fabbisogno di ferro durante la gravidanza aumenta notevolmente: la dose raccomandata è quasi doppia rispetto a quella necessaria a una donna non in gravidanza.
Durante la gravidanza, infatti, i livelli materni di emoglobina subiscono una emodiluzione: a causa dei cambiamenti del corpo, il volume del plasma aumenta per affrontare le nuove esigenze, e l’emoglobina risulta “diluita”. Immagina di avere un bicchiere pieno per metà d’acqua con dentro un cucchiaino di zucchero: se versi altra acqua perché hai bisogno del bicchiere pieno, lo zucchero viene diluito.
Inoltre, la madre “cede” una parte del suo ferro alla placenta e al bambino, che ne ha bisogno per formarsi e per crescere.

E quindi?

La normale alimentazione, il più delle volte, non è in grado di coprire l’aumento del fabbisogno materno di ferro, per cui pesso è raccomandata un’integrazione di ferro.
Questa integrazione è da iniziare, su consiglio degli esperti, già dalla prima visita ostetrica e va continuata anche dopo il parto, per mitigare la perdita ematica che si è verificata nel post partum.

Un ConsiglioPerTe

Tra i vari integratori presenti sul mercato, desideriamo consigliarti Ferrolip di U.G.A. Nutraceuticals, una delle realtà italiane più all’avanguardia, che unisce tradizione e innovazione, garantendo ai consumatori la massima affidabilità. Ne parliamo in questa pagina.
Bada bene, il nostro è un suggerimento a fronte della conoscenza maturata a contatto con l’azienda di cui ti stiamo parlando. In alcun modo intendiamo sostituirci al tuo medico.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *