Ammetto di essere stata fortunata: nessuno dei miei tre figli ha particolarmente sofferto di coliche. Ciò non significa che non ne abbiano mai avute, tutt’altro. Pianti disperati e inconsolabili ne ho sentiti parecchi soprattutto le due femmine, il maschietto neanche una volta! Ma rispetto ad alcuni bebé, molto più sofferenti e difficili da calmare, a noi è andata bene. Ricordo di avere acquistato un libro che spiegava i benefici del massaggio infantile, con tanto di approfondimenti teorici, spiegazioni pratiche, fotografie e un cd con musiche rilassanti. Tutto ciò mi è stato utile non solo durante il periodo delle coliche, ma anche in seguito, quando l’intestino era diventato pigro. Il titolo del libro è “Il massaggio del bambino”, gli autori sono Rahel Rehm– Schweppe e Sabine Grabosch (editore Red!).
Comunque c’è un’ampia letteratura a riguardo.

I benefici del massaggio infantile

Io e il papà dei miei bambini abbiamo appreso alcune tecniche di massaggio da un libro, scegliendo quelle relative ai disturbi che pensavamo avessero i nostri piccoli. C’è però chi il massaggio lo studia, lo pratica e lo insegna con grande sapienza e professionalità. Mi riferisco all’AIMI, Associazione Italiana Massaggio Infantile, che dal 1989 supporta i genitori affinché rafforzino la relazione con i loro piccoli attraverso un contatto amorevole e ricco di benefici. Mi sono documentata sul sito di AIMI, riporto qui alcune informazioni in modo sintetico, invitandoti ad approfondire questo argomento così interessante e molto utile per te e il tuo bambino.
L’associazione considera il massaggio non come una tecnica da imparare, ma come un’attitudine da affinare, in modo che il contatto al quale mamma e papà sono istintivamente inclini diventi uno strumento di comunicazione e benessere. Numerosi studi hanno dimostrato gli effetti positivi del massaggio sullo sviluppo del bambino, sia a livello fisico, che psicologico ed emotivo. Il bambino si sente stimolato e protetto, il contatto con la mamma e il papà lo fa sentire al sicuro, in un periodo in cui deve imparare a comunicare con l’esterno e il tatto risulta un ottimo strumento per farlo.
Se n’era accorta Vimala McClure, alla quale si deve la diffusione del massaggio infantile in Occidente. Lei, americana, aveva appreso le tecniche del massaggio indiano durante un soggiorno in India, alle quali aveva aggiunto alcuni movimenti tipici della tradizione svedese e della riflessologia.
Sempre a Vimala si deve l’intuizione di usare la pratica del massaggio per alleviare i dolori causati dalle coliche e per attenuare tanti altri fastidi, grazie alla stimolazione e al rilassamento indotto dal tocco.

massaggio

Quattro aree per un gesto d’amore

I benefici del massaggio teorizzato da Vimala si manifestano non solo a vantaggio del neonato, ma anche dei genitori, che si sentiranno coinvolti nella relazione con il loro piccolo, quindi più in sintonia con lui/lei, in grado di coglierne i bisogni e più sicuri di sé.
Vimala distingue tali benefici in quattro aree:

  1. Stimolazione: il massaggio, che aiuta il bambino a distendere i muscoli e a coordinare i movimenti, apporta vantaggi al sistema circolatorio, digerente, ormonale, immunitario e respiratorio.
  2. Rilassamento: durante il massaggio si è notato un aumento della produzione di ormoni come le endorfine, l’ossitocina e la prolattina, e un abbassamento dei livelli di ACTH, cortisolo e norepinefrina (ormoni dello stress). I movimenti ritmici delle mani aiutano il bambino a rilassarsi e a favorire l’acquisizione del ritmo sonno-veglia.
  3. Sollievo: riguarda i benefici che interessavano a me, quando mi sono avvicinata a questa pratica. Si tratta di sequenze specifiche per alleviare i dolori della crescita, la tensione muscolare, i fastidi legati alla comparsa dei denti, i disturbi provocati da coliche, stipsi e meteorismo. Vi assicuro che sono pratiche davvero utili, la cui efficacia ricordo era stata confermata anche dalla nostra pediatra.
  4. Interazione: qui si apre il meraviglioso mondo della comunicazione e della relazione tra genitori e bambino. Ci sarebbero da scrivere tante cose, però penso sia meglio sperimentare e osservare (con tutti i sensi, non solo con la vista) ciò che accade. Le risposte dei neonati e le sensazioni provate dai genitori sono talmente intime e soggettive che mi sembra superfluo elencarle e descriverle: vanno vissute! Poi magari, se ne avrai voglia, potrai raccontarle anche a noi, scrivendoci a info@maperte.it

Un ConsiglioPerTe

Esistono tanti oli naturali per praticare il massaggio al proprio bambino. Ho pensato di segnalarti “Guendalina” di Linea MammaBaby di Olcelli Farmaceutici, nata nel 2013 con un’ampia gamma di prodotti per i più piccoli, perfetti anche per gli adulti.

Scopri i dettagli nella nostra rubrica ConsigliPerTe.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *